Come effettuare i lavori di ristrutturazione casa

Lavori ristrutturazione casa

 

Ristrutturare la propria casa potrebbe sembrare un qualcosa di troppo difficile da compiere, che porta via soldi, energie e tempo. In realtà, però, agendo alla pari con la norma e partendo con il giusto piede, si tratta di una procedura abbastanza facile da svolgere. Prima d’iniziare i lavori è meglio recarsi in Comune a chiedere se vi sono degli obblighi legislativi a proprio carico, spiegando esattamente ai funzionari cosa s’intende fare in casa.

Generalmente ristrutturando un immobile si fa la “manutenzione ordinaria”, ovvero il rinnovamento delle finiture edilizie. Una volta identificato il giusto tipo d’intervento da eseguire, il Comune emanerà il permesso di costruzione. Solo allora si può partire con i lavori di ristrutturazione.

A chi affidare i lavori di ristrutturazione

Se questi intaccheranno la struttura dell’immobile, sarà meglio farsi aiutare da un progettista. Altrimenti si può anche assumere dei lavoratori e fare la ristrutturazione in modo fai-da-te. Se si assume i dipendenti di un’azienda per effettuare i lavori di ristrutturazione, bisogna stipulare con i vertici aziendali un accordo riguardante il pagamento.

Difatti, nonostante molti consiglino di pagare i lavori subito in un’unica rata, sono spesso possibili altre modalità di pagamento, tra cui il pagamento rateizzato con interessi. In questo secondo caso è meglio ritagliare un budget finalizzato ai lavori di ristrutturazione dell’immobile, che verrà utilizzato per comprare oggetti di lavoro, materiali, pagare gli eventuali lavoratori e così via.

I permessi per ristrutturare casa

Nella maggior parte dei casi non occorre avvisare il comune dell’inizio dei lavori, a meno che questi non intacchino in qualche modo l’ambiente circostante. Durante lo svolgimento dei lavori di ristrutturazione occorre prestare una particolare attenzione all’aspetto della sicurezza, in modo che nessuno, – né lavoratori, né terzi, – possano danneggiare in alcun modo la propria salute.

Una volta terminati i lavori di ristrutturazione della casa, e se questi hanno intaccato la struttura dell’immobile oppure sono stati svolti esteriormente rispetto all’edificio, bisognerà presentare al Comune la comunicazione della fine lavori.

Lo Stato Italiano offre ai cittadini che hanno intenzione di ristrutturare la propria casa diversi incentivi particolari, tra cui detrazioni fiscali, possibilità di accedere a mutui convenienti e altro ancora. Tuttavia, tali possibilità sono relativamente limitate ed è meglio sempre approfondire la questione sul web per vedere se si rientra nel range prestabilito dalle condizioni legislative riguardanti la ristrutturazione degli immobili.